Amministratore

Dic 202015
 
L'Arte che rappresenta il gusto Step Due Milano

L’Arte che rappresenta il gusto
Step Due Milano

 

 

 

  

 

      Food Culture & Slow Art

   

L’arte che rappresenta il gusto – StepDue Milano

Si inaugura sabato 16 maggio 2015 a Milano, il secondo Step della rassegna Food Culture & Slow Art | L’arte che rappresenta il gusto. Con la collaborazione degli artisti invitati a partecipare, sarà affrontato il tema dell’alimentazione, sarà nella sua essenza, un viaggio attraverso le sensazioni create dai “segni visivi” e dal “gusto”, riconosciuti quale patrimonio culturale e creativo.

Si parlerà del “nutrimento” non solo dal punto di vista organico, ma anche dal punto di vista etico, sociale ed intellettuale: l’educazione al cibo ed alle risorse alimentari, mutuata dalla rappresentazione artistica.

Ott 112011
 

Titolo: Paesaggio Urbano

A cura: Antonietta Campilongo

Artista: Daniela Foschi

Periodo: dal 24 settembre  al 4 ottobre 2011

Sede: Galerie Gotland

Indirizzo:Gotlandstrasse 5

Città: 0439 Berlin, Germany

Organizzazione e ufficio stampa: N E W O R L D ART Idee e progetti per un mondo sostenibile

info:

http://www.nwart.it

www.galeriegotland.de/

http://danielafoschi.com/

anto.camp@fastwebnet.it

Tel. 339 4394399

Paesaggio Urbano

(…) Prendiamo ad esempio questi paesaggi urbani. L’artista sbalza la visuale oggettiva dalle angolature di una impressione veloce di linee cromatiche e forme e tracciati. Impressione, che però è la vera protagonista dello spazio, il vero fulcro di interesse per la ricerca e la sperimentazione creativa. Anzi, proprio da tale impressione si genera poi la visione, come dimostrano i quadri il cui soggetto è pura ed incondizionata elaborazione dei motivi di colore. Gli stessi motivi, con le loro geometrie o andamenti, poi entrano come fondali e quinte scenografiche nelle rappresentazioni figurative, corrono come tratti che in cadenza parossistica segmentano la struttura dell’immagine, dilagano come diffusioni vorticose che segnano le energie ed il movimento all’interno dei contesti. La relazione fra intuizione e raffigurazione viene avvalorata dall’intreccio di queste linee di forza, futuristicamente inserendo nella composizione, anzi addirittura facendo prevalere, le direttrici dinamiche. Cosicché si sviluppa il linguaggio personale dell’artista, equidistante sia dal rigore razionalista di un astrattismo geometrico come dalla passività descrittiva di un puro e semplice naturalismo. Alla fine in queste città, in queste situazioni di effimera quotidianità, si annullano i caratteri di individuazione inerte di un dato momento in un dato luogo, ed invece si pone definitiva ed in assoluta nettezza l’interiorizzazione di un fascino emotivo, e vitale, ognora palpitante. (…)

(francesco giulio farachi)

 

Feb 202011
 

 

Spazio al Colore!Salti in sittà cm.100x70 olio su tela

Genere: Personale

Titolo: Spazio al colore!
A cura: Antonietta Campilongo
Artista: Daniela Foschi
Presentazione: Francesco Giulio Farachi
Periodo: dal 19 marzo al 7 aprile 2011
Sede: Fonderia delle Arti
Indirizzo: Via Assisi, 31
Città: 00181 Roma
Vernissage: sabato 19 marzo ore 18.00
Orario di apertura: lunedì – venerdì ore: 10.00 – 20.00; Sabato ore: 10.00 15.00
Ingresso: tessera 2 euro
A cura: Antonietta Campilongo
Organizzazione e ufficio stampa: N E W O R L D ART Idee e progetti per un mondo sostenibile

info:
http://www.nwart.it
http://www.fonderiadellearti.com
http://danielafoschi.com/
anto.camp@fastwebnet.it
Tel. 339 4394399 – 06 7842112

Spazio al colore!

Guardare i quadri di Daniela Foschi necessariamente porta ad accorgersi che lo spazio è cosa diversa da quella assimilazione soggettiva attraverso cui i nostri sensi sono abituati a percepire l’esistente. Si sperimenta una dimensione altra. Che è pure una dimensione riconoscibile e nota, in qualche modo congeniale all’idea che dobbiamo avere del mondo. Forse bisogna proprio dare ragione ad un artista come Achille Perilli, quando sostiene che “esistono due spazi. Il mio, vostro, nostro, di tutti, e un altro spazio: quello dell’arte; in quest’ultimo vivono forme e colori che noi dipingendo rendiamo solo in parte, per quel tanto che è nelle nostra capacità di rendere”.

Nov 162010
 

david-di-bernini-collage-e-acrilico-cm-23x31Titolo della mostra: SouvenirMania

Luogo: Basilica di Santa Maria in Montesanto – Chiesa degli Artisti

Indirizzo: Piazza del Popolo, Via del Babuino 198 – Roma

Durata: 27 novembre 12  dicembre 2010

Inaugurazione: Sabato 27 novembre 2010 ore 17,00

Orario: feriale 16,00-19,00; festivo 11,00 –13,00; chiuso lunedì

Curatore: Antonietta Campilongo

Presentazione: Francesco Giulio Farachi

Ingresso: libero

Organizzazione: nwart

Info:

www.nwart.it

http://www.chiesadegliartisti.it

tel. 339 4394399

Artisti presenti:

Artisti Innocenti, Liliana Avvantaggiato, Claudio Barbagallo, Rosella Barretta, Rossana Bartolozzi, Paolo Camiz, Antonietta Campilongo, Elena Candoli, Adriana Cappelli, Cristina Castellani, Antonella Catini, Gabriele Catozzi,  Antonio Ceccarelli, Nellì Cordioli, Paola de Santis, Daniela Foschi, Andrea Greco, Pier Maurizio Greco, Angelo Ingrasci, Luciano Lombardi, Cinzia Mastropaolo, Sante Muro, Giovanni Novi, Simonetta Pizzarotti, Elettra Porfiri, Eugenio Rattà, Luigina Rech, Patrizia Ricchiuti, Daniela Romano, Stefania Scala, Irene Taddei.

Sabato 27 novembre 2010 si inaugura presso la Basilica di Santa Maria in Montesanto – Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo a Roma, la mostra d’arte contemporanea SouvenirMania a cura di Antonietta Campilongo, un evento NewWorld Art, che vede la partecipazione di 30  artisti italiani sul tema dell’interpretazione creativa ed artistica del souvenir.

Con la presentazione di Francesco Giulio Farachi, l’esposizione s’incentra sul rapporto che l’oggetto-ricordo ha con i luoghi che rappresenta, e con l’immaginario collettivo che ne fa materiale simbolico di momenti e situazioni personali, e poi traduce in vera e propria mania, ossessione “benigna” che spinge ogni viaggiatore o visitatore ad una sorta di appropriazione rituale del luogo e dell’esperienza vissuti.

Set 202010
 

walking in tha rain - olio su tela cm 85x75Comunicato Stampa        Genere: Arte contemporanea – Collettiva

Titolo: IL FILO D’ACQUA – STORIE / IMMAGINI / SUGGESTIONI

SU UN BENE COMUNE INALIENABILE

Periodo: dal 18 settembre al 7 ottobre 2010

Sede: Fonderia delle Arti Indirizzo: Via Assisi, 31 Città: 00181 Roma

Vernissage: sabato 18 settembre 2010 ore 18.00 (Cocktail)

Orario di apertura – lunedì – venerdì – 10.00 – 20.00 – Sabato 10.00 -15.00

A cura: Antonietta Campilongo

Progetto: N E W O R L D ART                                    Idee e progetti per un mondo sostenibile

Concept: Luigi Straffi

Performance: LA QUA AZIONE ASSETATA vasi comunicanti privati d’acqua    ovvero  il gioco della bottiglia davvero vuota

Artisti Innocenti (Petra Arndt,  Manuel Civitillo, Vincenzo De Luca,  Ilaria Loquenzi, Rita Mandolini, Carlo Massaccesi, Armando Moreschi, Vanni Piacentini, Francesca Saracino e altre gocce. E poi pubblico e acqua)

Artisti:

Liliana Avvantaggiato, Rosella Barretta, Rossana Bartolozzi, Elena Bonuglia, Ilaria Buselli, Maria Cecilia Camozzi, Antonietta Campilongo, Elena Candoli, Stefania Cappelletti, Adriana Cappelli, Monica Castaldelli, Cristina Castellani, Antonella Catini, Gabriele Catozzi,  Antonio Ceccarelli, Ciro Cianni, Giovanna Crescenzi, Paola de Santis, Monica Di Brigida, Alfredo Di Bacco, Stefania Di Filippo, Daniela Di Tonno, Mariano Filippetta, Daniela Foschi,  Pier Maurizio Greco, Angelo Ingrasci  Maria Adelaide Lamesa, Luigi Latino, Rosella Lenci, Luciano Lombardi, Monica Martins, Cinzia Mastropaolo, Francesco Mestria,  Mariella Miceli, Stefano Montagna, Sante Muro, Nadia&Abi,  Valentina Nicotra, Giovanni Novi, Gianluca Petrini, Simonetta Pizzarotti, Germana Ponti, Marco Proietti, Eugenio Rattà, Roberta Recanatesi, Luigina Rech, Patrizia Ricchiuti, Daniela Romano, Angela Scappaticci, Linda Schipani, Giuseppe Siciliano, Alessandro Skocir,  Enrica Toffoli, Togaci

info:

http://www.nwart.it

http://www.fonderiadellearti.com

www.neworldproject.it

http://www.campilomgo.it

anto.camp@fastwebnet.it

Tel. 339 4394399 – 06 7842112

IL FILO D’ACQUA

“IL FILO D’ACQUA” è la metafora di un discorso lineare che corre senza interruzioni, limpido e sottile, a cui gli artisti che aderiscono alle tematiche dell’Eco-arte promosse da NWart (Associazione Neworld), hanno dato vita, per confrontarsi su un tema come quello dell’acqua, carico di significati culturali, simbolici, economici e non ultimo di grave criticità eco-sociale a livello planetario.